giovedì 4 luglio 2019

[intervista] Quando un bambino dorme male

Alcune settimane fa sono stato ospite ai Giochi Ducali, una manifestazione ludica che ha luogo ad inizio giugno a Vigevano. Il sabato pomeriggio erano state organizzate diversi interventi sull’utilizzo del gioco come strumento educativo e didattico. Chiudeva la giornata Carlo Falco che teneva un intervento sulla presenza del gioco all’interno delle opere d’arte, dagli antichi egizi a D&D.

Il giorno dopo, Alessio Crespi mi ha chiesto: “Uno dei relatori di ieri vorrebbe parlarti di una cosa, hai qualche minuto da dedicargli” è cosi che ho conosciuto Carlo ed abbiamo iniziato a parlare del legame tra i disturbi del sonno e i disturbi dell’apprendimento. Come sapete sono molto sensibile all’argomento DSA e quindi abbiamo deciso di parlarne qui, su Educere Ludendo.


EL: Ciao Carlo, piacere di averti su Educere Ludendo. Ci siamo conosciuti duranti i Giochi Ducali dove eri volontario che si occupava di spiegare giochi. Ma nella vita fai tutt’altro. Ci parli brevemente di te?
CF: sono un otorinolaringoiatra, che oltre ad essere appassionato di giochi, mi  dedico da anni alle problematiche otorinolaringoiatriche che si legano ai disturbi neurologici, con particolare riguardo alle apnee del sonno. Ho sviluppato, nell’Ospedale Civile di Vigevano, un centro per la cura del sonno costruendo una rete polispecialistica.

sabato 8 giugno 2019

[Reportage] Giochi Ducali 2019

Il weekend scorso sono stato ospite per due giorni ai Giochi Ducali 2019. Una bellissima manifestazione che si tiene da alcuni anni a Vigevano all'interno della stupenda area del castello.


 


lunedì 27 maggio 2019

Magic Maze Kids, come insegnare a cooperare anche ai bambini! 3Emme Games

Ci è voluto un po di tempo per scrivere questa recensione. Ma alla fine ce l'ho fatta!

Quando ho saputo dell'annuncio dell'uscita di Magic Maze Kids ero entusiasta! Magic Maze è stato uno dei titoli che ho preferito nel 2017 ma era molto difficile riuscire a farlo giocare bene perché bisogna riuscire a rispettare la regola 0 del gioco: Non parlare o meglio non comunicare se non nei modi consentiti dal gioco.
Magic Maze Kids ha bisogno della stessa perseveranza. Ma i cambiamenti per rendere il gioco "kids" ci aiutano a rispettare meglio questa regola... e soprattutto a poter giocare anche con bambini di 5/6 anni!

In Magic Maze Kids i giocatori dovranno riuscire a raccogliere degli ingredienti per realizzare una pozione magica spostando gli eroi e i nemici sul tabellone di gioco prima che il tempo termini. Ogni giocatore ha la possibilità di muovere una pedina in una determinata direzione. Qualcuno potrà quindi muovere le pedine a Est, qualcuno a Ovest, qualcuno a Nord, qualcunaltro a Sud.




lunedì 22 aprile 2019

[prime impressioni] Concept Kids - Asmodee Italia

Ci sono delle volte in cui un gioco ti colpisce cosi profondamente che non puoi evitare di parlarne subito. Un mese fa stavo cercando un gioco da consigliare per sviluppare la flessibilità mentale nella scuola materna, non trovavo nulla che mi stimolasse fino a che non mi sono accorto dell'uscita della versione kids di Concept. Beh non ho potuto resistere dal comprare una copia e provarlo. Beh come sei dice... il gioco merita ed adesso vi spiego perchè!

Concept Kids è un gioco nel quale un gruppo di bambini ha il compito di far indovinare 12 animali ad un adulto. All'inizio del turno si pesca una carta animale che viene posta visibile solo dai bambini su di un supporto.

 
Le carte hanno il bordo di due colori differenti. Quelle azzurre sono animali più semplici e che i bambini conoscono facilmente alla materna. Quelle rosse invece sono leggermente più difficili.

giovedì 11 aprile 2019

1ma Tavola Rotonda Gruppo di Didattica Ludica.

Durante Play Modena 2019 si è tenuta la prima tavola rotonda del gruppo Facebook di Didattica Ludica. Un momento dedicato a fermarci per capire il ruolo che possono avere i giochi da tavolo all'interno della scuola e degli ambiti educativi. Abbiamo avuto quattro relatori d'eccezzione: 
  • Andrea Ligabue, conosciuto come il ludologo, docente di didattica ludica all'unimore e Direttore Artistico della manifestazione.
  • Gabriele Mari, educatore professionale esperto nell'utilizzo del gioco da tavola con ragazzi autistici,  e Game Designer.
  • Fabio Boero, educatore e responsabile di servizi educativi in Liguria con una forte esperienza sull'utilizzo di strumenti ludici all'interno della didattica.
  • Alessandra Carena, Educatrice Ludica Genovese e realizzatrice di laboratori ludico/creative per i più piccolo con esperienza nell'organizzazione di eventi ludici e larp game.

Durante l'incontro, oltre a me, erano presenti e sono interventuti alcuni Game Trainer Erickson, Oscar Suriano, Ludologo che esercita nell'area del Milanese. Marco Alberto Donadoni, Game Designer ed esperto di Formazione Esperienziale. Carlo Ludomastro Carzan e Sonia Scalco, Game Designer ed autore di libri di logica oltre che esperto di didattica ludica.

Vi lascio all'ascolto di questa tavola rotonda.

martedì 9 aprile 2019

una sensazionale Play Modena 2019!


 Anche quest'anno ci lasciamo dietro le spalle l'intenso weekend di Play! due giorni intensi nei quali ho avuto occasione di confrontarmi con tante persone, rafforzare legami, e provare tanti giochi!

Per iniziare voglio ringraziare Simarillon, che da anni recensisce giochi nella rubrica nonsolograndi sul blog giochi sul nostro tavolo. Abbiamo passato due mezze giornate a braccetto tra i tavoli provando tanti giochi da recensire sui nostri rispettivi blog e scambiandoci tantissimi pareri sui giochi e sul mondo dei giochi per bambini. Potete leggere il suo reportage qui.


Play 2019 è stata la miglior Play di sempre. La riorganizzazione degli spazi ha portato ad un aumento di tavoli ed alla possibilità di trovare quasi sempre un posto dove poter giocare portando i giocatori a muoversi tra i due padiglioni principali. Ma credo che l'idea di avere un padiglione esclusivamente dedicato alla categoria kids abbia facilitato anche le famiglie con bimbi nel trovare una dimensione nella quale giocare. Sarebbe bello che in futuro tutte le case avessero alcuni tavoli e dimostratori con i giochi per bambini nella sezione kids.


Un ringraziamento particolare anche a tutti i volontari delle associazioni ludiche che hanno curato le ludoteche e gli spazi comuni messi a disposizione dall'organizzazione. Grazie hai volontari di, Tana dei Goblin, Club TreEmme ed Area Games per l'entusiasmo ed il tempo che hanno dedicato nel promuovere il mondo del gioco da tavola. Noi tutti sognamo il giorno in cui stare in ogni casa ci sia una piccola ludoteca e ci sia un momento nel quale stare seduti attorno ad un gioco da tavola.

mercoledì 20 marzo 2019

Il gioco di ruolo è tra i migliori strumenti educativi


Oggi è giunta alla mie orecchie digitali un nuovo articolo che parla del gioco di ruolo come un passatempo pericoloso. L'artefice di questa ennesima accusa al mondo del gioco è il giornalista Andrea Bonzi che scrive sul Resto del Carlino l'articolo "Giochi di Ruolo, una galassia pericolosa".

Per chi legge il mio blog o segue i miei pezzi sulla rivista ioGioco, sa benissimo che la mia passione ludica nasce all'età di 13 anni. Quando per stare vicino ad un amico che aveva avuto una ferita sotto il piede suturata con diversi punti a seguito di un tuffo nelle acque allora strappate all''inquinamento del magico lago d'orta.

Avevo già scritto un pezzo dal titolo "Ma i giochi di ruolo sono pericolosi o è una leggenda urbana?"  nell'ottobre del 2017 che potete rileggere cliccando sul link. Dove racconto come il gioco di ruolo ha influenzato positivamente la vita di un ragazzo di 13 anni, come questo si sia poi trasformato in un progetto educativo prima nel mio oratorio andando a lavorare sul recupero di un gruppo di ragazzi di strada, e poi in una progetto sviluppato in un paio di centri di aggregazione giovanile della mia zona aiutando educatori e ragazzi a trovare un punto di dialogo.